Come scegliere una action cam

Le action cam sono diventate in breve tempo l’accessorio da avere per chi si diletta in attività sportive, soprattutto quelle streme. Detto questo, non c’è alcun motivo per cui non si possano usare per realizzare accattivanti filmati delle vacanze che abbiano una marcia in più.

Il primo criterio di selezione dovrebbe proprio essere l’uso che intendiamo farne. Facciamo attività subaquea? Sarà indispensabile una maggiore resistenza alla prodondità, alla quale invece potremo rinunciare se tutto ciò che vogliamo è riprendere il mare dal ponte di una nave.

Molto importante è la risoluzione video, dato che il Full HD è ancora molto diffuso, ma il 4K rappresenta il futuro prossimo. Teniamo c’occhio la durata della batteria, che in genere è ricaricabile via USB, e valutiamo con attenzione peso e dimensioni, in particolare se facciamo trekking e intendiamo intraprendere le nostre escursioni a piedi.

Un ultimo aspetto da considerare è l’inclusione dei moduli Wi-Fi e GPS. La loro presenza non è strettamente indispensabile, ma certo contribuisce a facilitare l’uso della action cam, favorendo le operazioni di download dei filmati e delle immagini, oltre alla localizzazione.

Il rapporto qualità prezzo delle action cam non è proibitivo e possiamo trovare buoni dispositivi anche spendendo intorno ai 100 euro o poco più.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!
[Total: 36 Average: 4.8]