Cosa chiedere a Google Home?

Con un dispositivo Google Home si possono fare diverse cose interessanti. Ad esempio, si può ascoltare musica prendendola da servizi come Google Play Music o Spotify, ricevere le ultime notizie o ascoltare lo streaming delle radio online, controllare TV e speaker, pianificare la propria giornata, controllare i dispositivi Smart Home e altro ancora. Tutto, o quasi, può essere gestito tramite comandi vocali.

Ecco alcuni esempi di frasi che possono essere utilizzati con Google Home, dopo aver pronunciato il comando di attivazione: “Ehi Google“:

  • Che tempo farà domani?
  • Traduci “Attenti al cane” in inglese?
  • Quante calorie ha una fetta di torta di mele?
  • Chi è Alessandro del Piero?
  • Che ora è adesso a Nuova Delhi?
  • Quanto è lontana Bangkok?
  • Riproduci The Preacher su Netflix
  • Imposta una sveglia per domattina alle sei
  • Aumenta il volume
  • Trova una pizzeria nei dintorni
  • Accendi luce studio

Quando si utlizza un dispositivo Smart Home o si riproduce un contenuto sulla TV, Google Home interpreta i comandi successivi al primo come da seguire sull’ultimo utilizzato. Ad esempio, se accendiamo la luce dello studio con “Ehi Google accendi luce studio”, e vogliamo una luce più soffusa potremo successivamente dare il comando “Ehi Google, imposta luminosità al quaranta per cento” per abbassare la luminosità.

Se invece vogliamo agire su un dispositivo diversodovremo necessariamente nominarlo, ad esempio: “Ehi Google, regola la luminosità luce camera da letto sul venti per cento”. Google Home accetta serenamente anche comandi un pò più articolati come la richiesta di far eseguire un video sulla TV nella quale è stato connesso Chromecast prenendolo da YouTube. Non sono ancora supportati invece i comandi concatenati. Ad esempio, dire: “Ehi Google, fammi ascoltare un pò di jazz e accendi la luce nello studio” non porterà a nulla.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!
[Total: 34 Average: 4.8]