Guida Wifi: Modificare le impostazioni del router

A volte, per migliorare la qualità della nostra connessione basta poco: ecco come in pochi minuti potremo ottimizzare le impostazioni del nostro router.

Spostarsi su un canale meno affollato

Il segnale wireless del router funziona esattamente come una trasmissione radio, ovvero sfruttta una certa banda di frequenza e un determinato canale su questa banda.
Proprio come le trasmissioni radio, il sovraffollamento dei canali crea qualche problema. Chi abita in un affollato condominio, ad esempio, potrebbe trovarsi ad affrontare il problema dei router dei vicini che trasmettono sul nostro stesso canale e quando questo accade, inevitabilmente, la nostra rete diventa lenta e discontinua. Per capire se il canale sul quale trasmette il nostro WiFi sia congestionato possiamo installare WiFiAnalyzer, un’app Open Source per Android che permette di visualizzare la potenza del segnale e il canale sul quale trasmettiamo.
L’App mostra anche la qualità dei canali e può inviare un report tramite e-mail ad un PC tramite la funzione “Esporta”. Se il canale è sovraffollato potremo scegliere di cambiarlo agendo tramite la pagina di configurazione del router, accessibile tramite browser. Tenete presente che solitamente la password da utilizzare per accedere è diversa da quella utilizzata per il WiFi. Se non l’avete mai modificata, potete provare a dare un’occhiata su https://www.routerpasswords.com/. Molti nuovi router scelgono automaticamente il canale da usare, ma possiamo comunque modificare ques’impostazione e selezionare manualmente un canale. Solitamente i canali 1,6 e 11 sono quelli più congestionati sulla banda dei 2,4 GHz perchè sono quelli più utilizzati dai router.

Passare ad una banda WiFi più veloce

I vecchi router potevano utilizzare solo la banda dei 2,4GHz, successivamente a questa si è affiancata quella dei 5 GHz, che i nuovi router possono sfruttare in alternativa, o assieme, a quella precedente.
Solitamente i router tendono a preferire la banda dei 5GHz per via della maggior velocità offerta, ma la rete a 2,4 GHz ha il vantaggio di riuscire ad attraversare meglio gli ostacoli grazie alle onde di lunghezza maggiore, quindi offre una maggior copertura. Il problema è che se tutti ci spostassimo sulle reti a 5 GHz, saremmo nuovamente al punto di partenza, per cui non resta che analizzare la situazione per ciascuna banda per scoprire qual è quella meno problematica. In questo caso ci aiuta, ancora una volta, WiFiAnalyzer, che permette di effettuare un’analisi per ciascuna banda cliccando sull’icona del trangolo, scegliendo 2,4 GHz o 5 GHz e poi “Apply” per visualizzare le reti presenti per ciascuna banda.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!
[Total: 35 Average: 4.7]