Kickstarter, il re dei portali per il crowdfunding

Kickstarter (https://www.kickstarter.com) è il re dei portali per il crowdfunding basato sulle ricompense. Attivo anche in Italia dal 2015, ad oggi ha raccolto oltre 3 miliardi di dollari in totale per la promozione di progetti creativi, dai videogiochi agli spettacoli teatrali, ma trovano spazio anche le innovazioni tecnologiche. Sono circa 13 milioni e mezzo le persone che hanno scelto di supportare un progetto su Kickstarter.

Nella zona di Milano e dintorni, 123 campagne sono state finanziate con successo in due anni. Complessivamente il tasso di crescita è pari al 39%. Prima di inserire tutti i dati e dare il via alla nostra campagna studiamo a fondo il sito (ad esempio altri film se vogliamo realizzare un cortometraggio) che hanno ottenuto finanziamenti, ma anche quelli che non ce l’hanno fatta.

Su Kickstarter potremo usare i soldi raccolti solo raggiungendo l’obiettivo prefissato. Altrimenti le donazioni non verranno mai versate sul nostro conto nè prelevate dalle carte di credito dei sostenitori. Nel momento in cui progettiamo la campagna pensiamo bene alle ricompense che vogliamo (e possiamo) dare a chi ci aiuterà. Se otterrremo i fondi, Kickstarter ne tratterrà il 5% più una cifra tra il 3 e il 5% per gestire le transazioni economiche tramite Stripe.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!
[Total: 31 Average: 4.8]