Proteggere lo smartphone Android con l’impronta digitale

Anche sui moderni smartphone è possibile utilizzare sistemi di protezione decisamente più moderni ed efficienti di una password per accedere al dispositivo. Ecco come attivarli e utilizzarli correttamente.

La prima impronta

Con un telefonino Android come il Nexus 5X andiamo in Impostazioni/Sicurezza e tocchiamo “Nexus Imprint“. Viene avviata la procedura guidata per la configurazione dell’impronta digitale. Se ancora non lo abbiamo fatto, ci verrà chiesto di impostare un PIN per il blocco-schermo.

Poggiamo bene

Tocchiamo il pulsante “Avanti” per proseguire. Ora dovremo poggiare il dito sul sensore d’impronte presente sul dispositivo Android fino a sentire una vibrazione. Dovremo ripetere la procedura più volte, modificando la posizione e l’inclinazione del dito in modo da far rilevare per bene ogni angolo.

Ad ogni dito un nome

Al termine ci verrà chiesto se aggiungere un’altra impronta (operazione che possiamo fare anche in seguito e utile se ci sono più persone che usano lo stesso dispositivo) o terminare con “Fine“. Tornando in “Nesus Imprint” rinominiamo le varie impronte per distinguerle meglio.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!
[Total: 32 Average: 5]