Usare la funzione “Trova il mio dispositivo” in Windows 10

Usare un computer portatile è vitale per molti di noi, soprattutto per chi lavora stando costantemente in movimento o per chi ha l’abitudine di scrivere e usare Windows anche fuori casa. L’unico vero rischio di un dispositivo portatile è quello di dimenticarlo da qualche parte, o, peggio, vederselo sottratto da un malintenzionato. Quando, per qualsiasi motivo, no riusciamo più a trovare il nostro computer da viaggio, possiamo ricorrere alla funzione Trova il mio dispositivo, integrata in Windows 10.

Il sistema ci permetterà di conoscere la posizione corrente del nostro computer mediante GPS, visualizzando il dispositivo su una mappa. Oltre a scoprire dove si trova, la funzione ci mette anche un plusante di blocco, così che in caso di furto sia possibile almeno impedire l’accesso ai dati contenuti nel disco fisso. Usare questa opzione non è per nulla complicato, ma dovremo accedere al nostro account Microsoft da browser.

Usare la funzione “Trova il mio dispositivo” in Windows 10 in 4 semplici passi:

  1. Per accedere a “Trova il mio dispositivo”, andiamo prima di tutto nella finestra delle “Impostazioni” e facciamo clic su “Aggiornamento e sicurezza“, o chiediamo a Cortana di farlo per noi.
  2. Nella colonna di sinistra, selezioniamo la voce “Trova il mio dispositivo“. Se la funzione non è attiva, facciamo clic su “Modifica” e spostiamo l’interruttore sulla posizione “Attivato”.
  3. Per scoprire la posizione del dispositivo, dovremo accedere all’account Microsoft via browser. Possiamo farlo dalla stessa finestra con un clic su https://account.microsoft.com/devices.
  4. Selezioniamo il nome del dispositivo smarrito e facciamo clic su “Trova il mio dispositivo“. In caso di furto, premiamo il pulsante “Blocca” a destra, così da impedire l’accesso ai dati.
Ti è piaciuto questo articolo? Votalo!
[Total: 38 Average: 4.8]